Laurearsi

La prova finale consiste nella discussione pubblica di una tesi a carattere di ricerca, elaborata sotto la guida di un relatore designato dal corso di laurea tra i suoi membri effettivi. Il candidato dovrà dimostrare di avere redatto in maniera originale, approfondita e autonoma l'argomento trattato, quale fase finale del percorso formativo scelto. A detta prova sono attribuiti 16 CFU e parte dei CFU possono essere acquisiti all’interno di un tirocinio da svolgere presso aziende o nell’ambito della mobilità internazionale.  Per il conseguimento della Laurea Magistrale lo studente deve presentare domanda almeno 6 mesi prima dalla data d’inizio della prima sessione di Laurea utile, compilando l’apposito modulo reperibile sul sito del CdS alla pagina Modulistica Studenti. Tutta la documentazione deve essere inviata via email all’ufficio protocollo dell’Università di Messina: protocollo@unime.it.

La tesi, che può essere redatta anche parzialmente o interamente in lingua Inglese, corredata della firma del Relatore, deve essere presentata dal candidato ai competenti uffici amministrativi almeno 7 giorni prima della prova finale. Alla pagina UniME - Modulistica e documentazione del sito UniME è reperibile una guida per la procedura online di compilazione della domanda di laurea.

Il punteggio dell'esame di laurea è dato dalla somma tra il punteggio di base, il voto curriculare e il voto di valutazione della prova.
 
Il punteggio di base è dato dalla media aritmetica ponderata rispetto ai crediti e convertita in centodecimi (comunicata dalla Segreteria studenti) di tutte le attività formative con voto espresso in trentesimi, previste nel piano di studio del candidato, con arrotondamento dei decimi all'unità superiore o inferiore più prossima, mentre alle votazioni di trenta e lode è assegnato valore di 31.

Il voto curriculare (massimo a 4 punti) viene assegnato al candidato sulla base dei seguenti i seguenti criteri. 

  • Mobilità internazionale con acquisizione di CFU. 
  • Conclusione degli studi in corso; il criterio è utilizzabile nel caso in cui l’ultimo esame sia stato sostenuto entro l’ultima sessione dell’anno solare e la laurea sia conseguita entro l’ultima sessione utile dell’ultimo anno di corso.
  • Acquisizione di almeno due lodi nelle materie caratterizzanti. 
  • Tirocini formativi e di orientamento presso aziende o enti di ricerca. 

 Il voto di valutazione della prova finale (massimo 7 punti) è assegnato dalla Commissione di laurea e attribuito sulla base i seguenti criteri:

  • la qualità del lavoro di tesi;
  • l’entità dell’impegno profuso nella realizzazione dell’elaborato;
  • la capacità dello studente di conoscere gli argomenti del suo elaborato e la principale bibliografia di riferimento e di saperli collegare alle tematiche caratterizzanti del suo corso di studi;
  • la capacità di esporre in maniera fluida gli argomenti del suo elaborato e di trarre conclusioni coerenti con i risultati ottenuti;
  • la capacità di sintetizzare, in maniera puntuale ed esaustiva, il lavoro effettuato ed i risultati raggiunti, entro il tempo assegnato per l’esposizione;
  • la capacità di rispondere alle domande poste dalla Commissione in maniera spigliata e pertinente.

La lode può essere assegnata, su proposta del Relatore e con giudizio unanime della Commissione, solo per le tesi che risultino a giudizio della Commissione di alta qualità.